Paolo Guccini

Impossibile non é per sempre

Linguaggi di programmazione
c++: il nuovo standard

Il C++, famoso linguaggio di programmazione nato nel 1985 come evoluzione del celeberrimo C, sembra avere raggiunto un nuovo standard mondiale.
Esso è stato reso necessario dall’incredibile successo che ha riscosso dall’inizio di questo decennio ed interesserà sia il linguaggio in sé che le librerie: questa nuova caratteristica consentirà agli sviluppatori di utilizzare tutte le librerie che rispetteranno il nuovo standard, quindi senza dover dipendere dal compilatore che le aveva generate, e inoltre faciliterà notevolmente lo sviluppo di programmi multilingue e multipiattaforma.
Fra le novità è da segnalare la standardizzazione delle funzioni di ricerca e ordinamento, l’inserimento dei nuovi tipi quali le stringhe, le liste, i vettori.
Per i neofiti, il linguaggio di programmazione è quello alla base della realizzazione di tutti i programmi, operativi e applicativi, per i computer. In pratica, con questi linguaggi si "scrivono" gli applicativi di uso comune che utilizziamo nei nostri Pc.
I linguaggi sono molti e nel corso della storia dei computer si sono evoluti; dal primo "Basic", semplice programmatore per applicativi in Dos, oggi si è giunti a linguaggi di alta capacità applicativa.

Tratto da:
Paolo Guccini
Computer Valley
(allegato del quotidiano La Repubblica)
19 febbraio 1998

Il testo e' stato acquisito tramite OCR dalla rivista su cui e' stato pubblicato e velocemente ricontrollato.
Le segnalazioni di errori saranno molto gradite e si possono fare alla pagina Contatti.